lunedì 19 novembre 2012

Cronache urbane di dolci scorribande autunnali

Questo weekend, reduce da due settimane da pazzi con ritmi di lavoro cinesi, ho bisogno di liberare la mente, svagarmi ma senza impigrirmi, perchè le scadenze non sono ancora finite. Allora via che si va: un bel giro in qualche città, che mi distragga senza essere stressante. Qualcosa di divertente, ma senza orari e lontano dalla cucina. Complice il fatto che il we coincide con il compleanno di M., abbiamo la scusa di  festeggiare fuori, senza toccare i fornelli.

Dopo una colazione improvvisata e la passeggiata "da minimo sindacale" con Princess P.,  decidiamo per una giornata a Bologna, dove spesso andiamo quando vogliamo curiosare tra botteghe, negozi o perderci in librerie in cui puoi anche cenare, se ti va. So che è sabato, la giornata non proprio ideale per andare in centro. Ma dopo aver trovato parcheggio ad una distanza umanamente accettabile, arriviamo in via Indipendenza e ci rendiamo conto che buona parte della via è stata chiusa completamente al traffico ed è, alleluja, un'inaspettata isola pedonale! Poter camminare liberamente senza dover stare incolonnati sotto i portici, occupando anche le carreggiate della strada è tutta un'altra dimensione.

Vedo gruppetti fermi a parlare, famiglie per mano, fidanzati che si abbracciano, genitori col passeggino dalle facce, per una volta, rilassate. E' bello poter camminare guardando anche le facciate dei palazzi con il naso all'insù. Non mi ero mai accorta, ad esempio, di quanto fosse imponente la facciata della Cattedrale di San Pietro, ed io in questa via ci sono passata davvero tante volte. L'orchestra di un locale suona affacciata all'esterno, diffondendo musica dal vivo ovunque. Il buonumore cresce. Mi avventuro persino da Zara, dove non trovo mai nulla che mi convinca. E, miracolo, esco con ben due dico due capi. E' decisamente la mia giornata. Persino la gastronomia turca in cui decidiamo di fermarci presi dai morsi della fame (l'avevo detto che la colazione era improvvisata) si rivela buona: i falafel sono morbidi e chiaramente appena fatti, l'insalata è fresca e la salsina allo yogurt speziata al punto giusto. Usciamo soddisfatti, prossima destinazione Apple, ma quando arriviamo a Piazza del Nettuno notiamo la calca e gli stand.

Sul momento penso sconfortata alle bancarelle natalizie, non posso credere che ci siano già...Infatti no, è il CioccoShow, manifestazione dedicata al cioccolato in tutte le sue forme e varianti. Decine di maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia, e un aroma inconfondibile che si mescola alla musica, mentre il pomeriggio muore. Nugoli di adolescenti  in fila per la fonduta di fondente con le fragole fresche, gente ammassata al distributore di cremino in tazze di wafer. Code per le crepes, ma anche per  i tartufi a forma di lucchetto o, pensa un po', di chiave inglese! Ci perdiamo, letteralmente, in quell'oceano morbido e scuro che attira gli sguardi di tutti, tanto che bisogna farsi spazio come ad un concerto, per arrivare davanti ad ogni banchetto. Ma non c'era la crisi? Magia del cioccolato.

E' a questo punto che lui mi dice: devo comprare qualcosa. Non resisto. E come dargli torto, è pure il suo compleanno, posso esimermi? Ora combattiamo con l'imbarazzo della scelta, perchè io vorrei tuffarmi nella fonduta di frutta, ma amo pure i trouffes e le mini-sacher. Lui adocchia le crepes, la cioccolata calda in tazza, ma anche i cannoli farciti con crema al pistacchio. E vogliamo parlare delle scorzette d'arancia? Montagne di scorzette d'arancia! Aiuto, decidere sembra impossibile, vorremmo veramente assaggiare tutto.

Alla fine ce l'abbiamo fatta  a scegliere il nostro preferito. Ciliegie con crema al rum per me, e una bella tavola di cioccolato alle nocciole per lui. In effetti ci rappresentano abbastanza bene. Grazie Vianne. Chocolat docet, penso mentre ci allontaniamo soddisfatti con il nostro bottino.  Ci aspetta una serata molto molto dolce.





Per chi volesse qualche indirizzo sfizioso a Bologna:

  • Per perdersi fra i libri, molti di cucina, e anche cenare a base di prodotti selezionati d.o.p. e birre artigianali Libreria.coop Ambasciatori Via Orefici 19, 40100 (dal lunedì al sabato 9.00 - 24.00 domenica 10.00 - 24.00)
  • Per gli alimentari etnici, un vero e proprio minimarket, con prodotti principalmente asiatici ma non solo: Asia Mach, Via Mascarella 81, Tel 051 253288
  • Per una magica sosta, dove ristorarsi con tè di prima qualità: Mondo di Eutèpia  Via Testoni 5/d - Bologna Tel. 051/0935590
  • Per il tessile Atelier Pesci Pneumatici, Via Fondazza 18.  Laboratorio di progettazione, confezione e vendita di collezioni proprie. http://www.pescipneumatici.it 


  • Per arredare casa con qualcosa che non sia IKEA, Spazio Un1co Concept Store,Via Baruzzi 1/2 Raccoglie la produzione artistica e artigianale dei più originali designer italiani e non. 

Pollo thai al curry rosso e latte di cocco

Etnica anche la ricetta di oggi, naturalmente d'archivio, perché intendo mantener fede alla mia promessa di sciopero finesettimanale dai fornelli. L'ho fatta qualche tempo fa e presto la rifarò. Suggerisco di servirla con semplice riso pilaf. E' un piatto già molto saporito così. Per chi ama la cucina speziata.


Cosa serve per due
4 sovracosce di pollo (sono più morbide rispetto al petto e si prestano meglio alla preparazione)
2 carote
un caspo di scarola
un pezzetto di zenzero fresco della lunghezza di 3 cm.
250 ml di latte di cocco (non dolce)
Una manciata di arachidi
Curry rosso (se non l'avete, potete usare il curry classico aggiungendo un po' di paprica dolce e di peperoncino)
Uno stelo di lemongrass (reperibile nei negozi di alimentari etnici molto forniti)
Olio di semi

Pulire le sovraccosce, disossarle e togliere la pelle. Ricavare dei dadini carne. Soffriggere i dadini di pollo con l'olio, lo zenzero e lo stelo di lemongrass tagliato in verticale  tenendo una lunghezza di un centimentro. Quando la carne è ben rosolata, insaporire con il curry e poco sale, continuando a saltare. Aggiungere il latte di cocco e lasciare andare per almeno venti minuti. Nel frattempo lavare le verdure e tagliarle: le carote a rondelle non troppo spesse e la scarola a pezzetti orizzontali. Saltare anche queste a parte, nell'olio di semi, mantenendole però belle al dente. Salare pochissimo e unire alla carne solo per gli ultimi 3-4 minuti di cottura. Quando il composto è piuttosto amalgamato e non troppo asciutto (se succede, aggiungere un poco d'acqua), spegnere il fuoco, aggiungere le arachidi e lasciar riposare.

16 commenti:

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

Che giornata meglio di così non poteva andare!!!! Io sono venuta l anno scorso a Bologna e tranne i parcheggi come dici tu umanamente vicini e' bellissima e ho mangiato divinamente!!!!
Me li metto via gli indirizzi :)
Tu non ci crederai ma ieri sera anche io bocconcini al curry rosso , li ho fatti grazie ad un amica che mi ha mandato dei prodotti tipici thai :)
Però le mie foto sono più brutte delle tue!!!
Un bacione

sabina ha detto...

ciao carissima, è da troppo tempo che non passavo a farti una visitina e non ricordavo più quanto fosse piacevole leggerti. Una giornata davvero speciale, di quelle che si ricordano proprio volentieri direi.
Domenica vado in giornata a Firenze e spero di godermela come hai fatto tu a Bologna.
Splendido anche il tuo pollo thai
un bacione

Federica ha detto...

Ho scoperto per caso che lo scorso che c'era il ChocoShow a Bologna e ci avrei fatto un salto più che volentieri se non avessi avuto già un altro impegno ieri :( Forse meglio così, con la voglia di cioccolato che mi accompagna in questo periodo avrei rschiato di farmi seriamente del male tra quelle bancarelle!
Mi stuzzicano tanto i tuoi bocconcini di pollo. Non ho mai cucinato nulla di etnico e mi sembrerebbero un ottimo modo per rompere il ghiaccio. Un bacio, buona settimana

niky_la_bi ha detto...

Nuoooooo ma daI! come'è che noi non sapevamo di sta cosa a Bologna!!?? bhe meglio così sennò dopo la bruschettata di mercoledì sarei finita a rimpinzarmi di altri cibi proibiti... le scorzette! una droga

sississima ha detto...

bella ricetta etnica, mai assaggiata, quasi, quasi ci faccio un pensierino, un abbraccio SILVIA

Fico e Uva ha detto...

ciao scopro con piacere il tuo blog, tornerò a trovarti, molto carino qui.
a presto, ficoeuva

Ribana Hategan ha detto...

Ciliegie con crema al rum che delizia, sono giuste fatte per me, adoro sia le ciliegie che il rum...E poi il pollo thai è una meraviglia, adoro la cucina thailandese!
Baci e buona giornata!

Nel cuore dei sapori ha detto...

Mhh, si è rivelata una passeggiata golosa ! anche io avrei avuto l'imbarazzo della scelta!

la sissa ha detto...

Ciao Margot, noi a Bologna non ci andiamo mai anche se tutto sommato non è molto distante per approfitare di una gita in giornata fuori porta. Grazie al tuo racconto mi hai stuzzicato! ..sai mai.. ;)
Passa un buon week end..
Sissa

Chiara ha detto...

ed eccoci tra la dolcezza del cioccolato e la magia di Vianne :)
ciliegia con crema la rum...irresistibile!
buona domenica molto molto dolce!

P.S. grazie per gli indirizzi preziosi!!

Mila ha detto...

Ciao, e' vero noi ci siamo fatte i muscoli, ed anche parecchio forti...tanti mi dicono che non riuscirebbero a fare ciò che faccio io...
Ma la consolazione per ora e' magra...chissà un giorno...
Sai da quanto vorrei fare un giro a Bologna, perdermi nelle viuzze nei negozi...e' da troppo che non ci vado (ed abito così vicina)...ma adesso non mi e' concesso...forse dovrei cercare di smettere di dormire...scherzo....
Un bacio

Le Temps des Cerises ha detto...

Cara Margot, mi piace pensare di averti incrociata tra i banchi del Cioccoshow :-)...sono d'accordissimo con te sulla pedonalizzazione del centro il sabato: è bellissimo poter passeggiare liberamente per strada senza la paura di essere investiti dall'autobus: purtroppo non tutti i bolognesi sono d'accordo con noi!! P.S. la prossima volta che passi da qui ci prendiamo un tè da Eutepia.

Carmine Volpe ha detto...

grazie dei consigli per bologna e complimenti per la scelta

Aria ha detto...

avete beccato la giornata giusta!!strepitosa quella foto del cioccolato! ma anche il tup piatto non è da meno! tanti auguri a M. allora...glieli fai per davvero? baci a entrambi!

PeraSarda ha detto...

Carissima...purtroppo non sono stata al Chocoshow, però qualcuno è andato in spedizione punitiva per me :-)
è sempre molto bello leggere quello che scrivi...a presto! Luisa

Margot ha detto...

Sì, per davvero :-)