lunedì 7 gennaio 2013

It's Winter time: keep cosy

Le feste sono andate, ma l'inverno è appena cominciato. Ci attendono ancora due mesi di freddo. Allora rendiamo accoglienti le nostre giornate, creiamoci angoli pieni di atmosfera, cucce calde dove ritemprarci dal ghiaccio e dalla pioggia. Facciamo il nido in lane morbide e profumate, per raccontarci meglio com'è stato là fuori. Lasciamoci invadere dalla magia di serate a lume di candela e musica dolce. Concediamoci più sogni e romanticherie. Confortiamoci con dolci leccornie e calde zuppe speziate. Stiracchiamoci sorridendo all'inverno, che lo vogliamo o no lui è qui. E non se ne andrà tanto presto. 

Nel web, oggi, vado a caccia di un po' d'ispirazione e poi una ricetta in tema.



via timefliestoday and via cookieecutter
via fattiesdelight; via poppytalk; via skinny-macchiato; via piepastry
via skinny-macchiato; via piepastry
via french-beige; via drinkingteawithelephants; via lovenordic;
via puugs; via skinny-macchiato


Ed ora la mia ricetta, ricostituente dai malanni invernali, antidepressiva, scura e forte. 
Densa e profumata di birra. 

Zuppa nera di cavoli e birra



Cosa serve:
Cavolo nero 5-6 foglie
Cavolo cappuccio rosso, circa un quarto
1 patata
Zucca cotta al forno, circa 150 gr.
1 cipolla bianca
1 bicchiere di birra nera tipo lager 0
Olio extravergine d'oliva, io ho usato un sardo d.o.p.
prezzemolo fresco
Sale grosso integrale

Pulire le foglie di cavolo nero togliendo la costa centrale, sbucciare la patata e tagliarla a dadini. Affettare finemente il cavolo cappuccio e la cipolla. Far insaporire tutte le verdure in una pentola di terracotta con l'olio, circa 3 cucchiai e se piace, uno spicchio d'aglio schiacciato, quando ben ripassate sfumare con la birra nera e lasciar evaporare. Schiacciare la zucca al forno e aggiungerla alla zuppa, allungando con acqua fino a coprirla per il doppio del suo volume. Far sobbollire lentamente. Dopo dieci minuti togliere l'aglio e aggiungere un po' di sale grosso. Far continuare la cottura avendo l'accortezza di coprire il coccio e aggiungere acqua se dovesse addensarsi troppo. Dopo circa un'ora la zuppa dovrebbe essere cotta a dovere, con la patata sciolta ad addensare. Servire calda con un filo di olio a crudo e prezzemolo tritato fresco. Ottima anche con crostini di pane, sempre nero.




16 commenti:

Federica ha detto...

E' strano come quest'anno il freddo non mi stia dando fastidio. Anzi, lo sto quasi apprezzando e la sensazione mi piace :-) Come mi intriga la tua calda zuppa a tutta birra! Un bacione, buona settimana

sabina ha detto...

ciao mia cara, da me sembra primavera e non fa per niente freddo, ma sono sicura che tra poco arriverà la mazzata e durerà fino a Pasqua.
Bellissime le foto, sono diventata pinterest addicted.
Anche la tua zuppa mi attira moltissimo, sembra quasi familiare con la birra.
un bacione e buon inverno

Sandra dolce forno ha detto...

Che angolo coccoloso!! ...da me la nebbia è densa ed il sole si intuisce solamente , purtroppo!
Vengo qua da te, posso? Si sente un tepore delizioso, sarà la tua zuppa?
Buona giornata Margot!

Le Temps des Cerises ha detto...

Queste ispirazioni invernali sono davvero calde e coccolose. Già, l'inverno non se ne andrà tanto presto, ma una casa calda e confortevole ed una zuppa corroborante aiuteranno a trascorrere questi mesi nel migliore dei modi

e il basilico ha detto...

Buon giorno cara, hai ragione, una zuppa che ci coccola ci vuole proprio con questo tempo. Complimenti per la ricetta, davvero gustosa, la proverò. un bacio. eleonora

Marta Bianchin ha detto...

Che zuppa meravigliosa, proprio adatta all'inverno! ...che devo confessare amo particolarmente, mi piace da matti passeggiare fino a congelarmi la faccia, se poi posso essere ripagata da dolci e caldi pensieri, da teneri abbracci, e da una zuppa calda!

Buon anno!

(PS= avrei una proposta da sottoporti, se ti va scrivimi alla mia mail personale martabianchin@yahoo.it)

Grazie baci

Ma.

edvige ha detto...

Squisita la zuppa da fare senz'altro ma la zucca no :( e pan di spezie lo adoro. ciaoooo

I SOGNI DI CLAUDETTE ha detto...

Un buon piatto caldo per affrontare questo lungo mese di gennaio....
Buon Anno da Claudette

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

Ho sempre la speranza che il freddo vada via presto ... Sennò ascolto il tuo consiglio mi coccolo;)
Le zuppe mi piacciono sempre ma con la birra non l ho mai provata ! Fortissima!!!
Stupende le foto !
Un grande abbraccio

Stefania ha detto...

ciao Margot, eh sì teniamoci il freddo... comunque i vantaggi sono quelli di poter sgranocchiare biscottini e cioccolato senza troppi sensi di colpa. Belle le tue foto delicate e buona la zuppetta molto confortante! Un bacio a te cara

edvige ha detto...

Ho un dono per te da domani sul mio blog.

Nel cuore dei sapori ha detto...

Invantevoli le immagini! Gustosa, calda e genuina la zuppa, complimenti ;)

speedy70 ha detto...

Bellissime le foto e fantastica la zuppa, calda e corroborante, brava Margot!!!

maria ha detto...

Ma che splendido post, splendide foto e splendida ricetta. Ti auguro un 2013 davvero felice. Un caro abbraccio

la sissa ha detto...

che belle suggestioni invernali.. Sai io mi trovo ancora bene in questa stagione. La trovo romantica. E se penso che devo ancora andare una volta in montagna e vedere la neve, respirare aria frizzante ed imbacuccarsi con il berretto e la sciarpa di lana.... non vorrei arrivasse la primavera!!
Ti abbraccio cara, passa una buona e serena settimana.
Sissa

Francesca P. ha detto...

Quante bellissime foto vedo!