mercoledì 23 gennaio 2013

Tempo, un mattino.

Mi prendo tempo. In una mattina in cui tutto dovrebbe scorrere veloce, nella normalità di un giorno feriale, decido che ne ho abbastanza e che voglio del tempo per me. La natura sembra darmi ragione, perchè la nebbia si è alzata, e una bella luce invade il giardino, la terra bruna a perdita d'occhio e la strada deserta. Così mi ritrovo a scrivere un piccolo post, senza dire nulla di particolare se non che, a volte, è bello trasgredire al dovere e fare qualcosa perchè sentiamo davvero che ne abbiamo bisogno. Oggi pomeriggio tutto tornerà alla normalità. Orari, impegni, ciò che deve essere fatto. Ma stamattina no. Stamattina è una bolla di musica nella mia testa, il profumo di una colazione diversa, una maschera nutriente sul viso per togliere la stanchezza, una carezza sulle cose che di solito, nella fretta, abbandono distrattamente a sè stesse.

Have a nice day


Spiedini di tonno fresco e millefoglie di carasau e cavolo rosso

La leggerezza è qui!!



Cosa serve per due:
5-6 fogli di pane carasau
un quarto di cavolo cappuccio rosso
due piccoli tranci di tonno freschissimo (pinnagialla)
Sale affumicato della Danimarca
Olio extravergine di oliva
Pepe bianco
1 cucchiaio di aceto di vino rosso, possibilmente aromatico

Tagliare il tonno in pezzettoni da inserire subito negli spiedini di legno. Ammollare velocemente il pane carasau, bagnandolo appena sotto un getto d'acqua tiepida. Ricavare delle "lasagne" spezzandolo o tagliandolo secondo la larghezza desiderata. In un piatto grande o una leccarda adagiare i pezzi di carasau e spennellarli con un buon olio d'oliva. Lasciare riposare. Lavare il cavolo cappuccio ed affettarne sottilmente un quarto. Farlo saltare in una padella o in un wok con un filo d'olio, un po' di sale affumicato e l'aceto. Deve ammorbidirsi ma rimanere comunque un po' al dente. Quando è pronto, tenere in caldo e procedere con gli spiedini. Una volta montati i pezzi crudi di tonno sugli spiedi, riporli in una padella con olio appena caldo per "scottare" il tonno lentamente, evitando che rosoli troppo in fretta o si cuocia del tutto perchè risulterebbe stopposo. I pezzi devono rimanere poco cotti al loro interno, quindi basta davvero qualche minuto per parte. Nel frattempo montare la millefoglie "somposta": uno strato di carasau, uno strato di cavolo e via di seguito per due o tre strati, ultimare con un filo d'olio. Da servire con gli spiedini e una spolverata di sale affumicato. 

17 commenti:

Marta Bianchin ha detto...

Buona giornata!!!
Marta

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

Quanto mi piacciono i momenti così .... È' raro ma me li prendo anche io e me li godo tutti!!!!
Però e' vero che sembra quasi di trasgredire pur non facendo nulla;)
Una ricetta semplice ma di gran gusto!
Un abbraccio

niky_la_bi ha detto...

ciao bella!! servirebbe anche a me una bella mattina, bhe facciamo giornata , rilassante.
buona giornata
Ni

Federica ha detto...

Le regole in fondo sono fatte anche per essere trasgredite. E di tanto in tanto una trasgressione non può che essere terapeutica :) E’ qui non solo la leggerezza ma anche il gusto, tanto gusto :) E un pizzico di originale raffinatezza. Questo piatto, oltre ad essere delizioso, fa anche la sua bellissima figura. Un bacione

la sissa ha detto...

Ti ho immaginato godere di questi gesti che sono solo tuoi com'è sacrosanto che sia. E, sì, ti ho invidiata ;)
Notte stellina,
Sissa

Chiara Giglio ha detto...

una ricetta originale ma anche raffinata, complimenti! Mi sono aggiunta ai tuoi followers...

Chiara c. ha detto...

"una bolla di musica nella mia testa" mi piace moltissimo questa immagine :)
è importante prendersi tempo, ritrovare ritmi lenti in cui assaporare le cose semplici per riscoprirle importanti
ogni volta descrivi attimi, sensazioni, momenti in maniera così poetica...grazie!!

BoccadiRiSo ha detto...

Il mio abbraccio per te lo lascio in questo piccolo quadratino dei commenti. Rimane su questa pagina, ma vuole essere soprattutto un saluto per la signorina M che io immagino proprio come la Margot che sento vicina e che mi si avvicina con le sue parole.
E, ogni volta che leggo Margot, vedo sempre il volto della signorina emme.
come due nuvole che si sovrappongono nel cielo.
A presto :*

edvige ha detto...

Pane carasau favoloso di una bontà io l'ho gustato con pomodorini ed acciughe ciao buona settimana

Emily ha detto...

Ciao Margot, è vero, ci siamo un po' persi di vista ma è ancora più piacevole ritrovarsi! Ottimi spiedini, di gran classe e "viva" la giornata di piena libertà, ogni tanto ci vuole a volersi bene! Ciao cara, a presto!

celeste ha detto...

Sono passati sei giorni ma spero che i momenti tutti e solo per te siano stati altri. Ti capisco molto bene, questi attimi solo con noi stesse, realmente con noi stesse, sono rari e meravigliosi. Ci servono a ricordare chi siamo. Un abbraccio forte

sississima ha detto...

una ricettina chic e sfiziosa, un abbraccio SILVIA

edvige ha detto...

Ho un dono per te passa domani sul mio blog ma anche se non accetti confermami che questo messaggio ti è giunto ciaooo

Nel cuore dei sapori ha detto...

Hai ragione, ogni tanto fa bene prendersi del tempo per se stessi :P

Carmine Volpe ha detto...

che bella ricetta mi piace uso del carasau invece che della pasta fillo o simili, molto interessante

Mila ha detto...

Ciao, io oggi sono nella tua identica situazione: per un giorno stravolgo l'ordine dei fattori e penso solo a me stessa....e la sensazione e' fantastica...
Buonissimi i tuoi spiedini, accompagnati da questa lasagnetta... Adoro il tonno...
Baci

lalexa ha detto...

Margot ciao!sei davvero forte!e bravissima.ti leggo più che volentieri;)un bacione