lunedì 16 dicembre 2013

I cambiamenti e le tenerezze

E così è arrivato Dicembre. E con lui l'Avvento, il countdown, il momento dei resoconti. La notte più lunga, la giornata più breve. La magia dell'attesa, l'euforia della fine. La paura di tirare le somme, l'urgenza dell'inizio. E' arrivato il momento di cambiare vestito. Di vedere se l'abito che hai modellato ti sta. Di indossare una ghirlanda di stelle, ognuna con un sogno attaccato. Di uscire fuori e riscaldarsi alla piccola luce di ciò che nasce. Che sia buono, cattivo, duro, eclatante, ineluttabile. L'importante è prendersi il rischio. L'importante è accogliere il cambiamento come una crescita.

Anche Pandispezie e Margot lo sentono. E mi accompagnano nel Natale e nel Nuovo Anno abbracciando questa veste nuova che un po' rispecchia il percorso degli ultimi tempi: pulizia, studio e meditazione, ma anche ironia e delicatezza, perchè ci vuole pazienza con sè stessi, per capire i propri limiti e le proprie forze. Non costa poco e non è una passeggiata. Ma è il mio regalo di Natale per me. E in fondo anche per gli altri che mi stanno vicino. Vorrei fosse un regalo anche per chi passa di qui, mi legge ogni tanto e pensa, come me, che ogni tanto valga la pena di mirare alla luna.

Enjoy the tenderness


Tenerina Bianca ai lamponi, una nuvola di golosità

Ho perfezionato questa ricetta nel tempo, per trovare il giusto equilibrio tra cioccolato bianco, burro e zucchero e ottenere un risultato che non fosse eccessivamente dolce e pesante, perchè personalmente non amo i dolci troppo burrosi o zuccherini. Il contrasto acido con i lamponi freschi è fantastico. Posso solo dire di aver raggiunto, per il mio gusto, il risultato ottimale, e che ne è valsa la pena. 





Cosa serve:
200 gr. di cioccolato bianco di ottima qualità
3 uova
70 gr di zucchero bianco
3 cucchiai di ricotta vaccina
3 cucchiai di farina
30 gr. di burro
1 cestino di lamponi freschi

Separare i tuorli e gli albumi e montare questi ultimi a neve ferma. Sbattere i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare spumosi, aggiungere il burro fatto sciogliere, la ricotta e il cioccolato fuso. Mescolare molto bene e solo alla fine unire la chiara d'uovo a neve, mescolando delicatamente per incorporare aria e montare il composto. Versare in uno stampo medio o piccolo (per avere una torta più alta) imburrato e infarinato e solo alla fine unire i lamponi freschi. Se volete che non sprofondino tutti sul fondo occorre infarinarli leggermente. Infornare a 175 gr. per 30-40 minuti, forno statico. Risultando molto morbida e friabile, conviene sformare una volta tiepida o quasi fredda. Cospargere con pochissimo zucchero a velo..

11 commenti:

Stefania ha detto...

riuscirò a farla? Lo spero. Grazie per il tuo commento lasciato nel mio blog sul Natale e sono d'accordo con te. Non sai quanto!

Federica ha detto...

Mai come quest’anno il fine anno mi è stato stretto. Io che ho sempre voluto saltare le feste a piè pari per ritrovarmi direttamente al dopo Befana, stavolta vorrei fermare il tempo e vorrei che questa settimana non passasse mai. Vorrei riuscire davvero a vedere il cambiamento lavorativo che mi aspetta a gennaio come una crescita ma per il momento so solo che mi mette tanta ansia e mi toglie il respiro.
Pazienza con sè stessi, capire i propri limiti e le proprie forze…il giorno in cui riuscirò a farlo, quel giorno sarà per me Natale. Ma chissà se ci riuscirò mai?
La mia attrazione per il cioccolato bianco va di pari passo con il mio malessere interiore. E in questo periodo, io che di solito amo il fondente strong, ci farei il bagno. Il che la dice lunga. La tua tenerina sarà la mia consolazione :) Un abbraccio, buona giornata

Sandra dolce forno ha detto...

Quella pentola da cui escono ( o entrano ?) parole è illuminante :)
E si, certamente si, bisogna mirare alla luna! dalle mie parti dicono : é sempre tempo par caear..
C'è sempre tempo per accontentarsi..
Un abbraccio

Sandra dolce forno ha detto...

..scusa, volevo dirti che il dolce è una bellezza, non sono una gran fan del cioccolato bianco ,però mi piace il mix con ricotta e lamponi, mi intriga ! :*

niky_la_bi ha detto...

ricetta favolosa, un idea diversa dal solito.
mi piace la nuova veste del blog! la pentola con le letterine che escono è fantastica ;)))
ciao
Ni

speedy70 ha detto...

Adoro questo dolce che bontà !!

sississima ha detto...

io vado matta per i lamponi (ho una pianta in giardino!) Buon Natale e Felice Anno Nuovo, un abbraccio SILVIA

Chiara c. ha detto...

si Margot cara, ogni tanto vale la pena di mirare alla luna
come sempre leggerti per me è come viaggiare, mi lascio trasportare dalle tue parole in un mondo fatto di pensieri, riflessioni, buoni sereni sentimenti...sei pura magia...grazie <3
buon natale carissima

celeste ha detto...

Auguri, anima pura.

Francesca P. ha detto...

Ma perchè ho perso questo post? Agli aggiornamenti di blogger vanno tirate le orecchie... sono io ad arrivare quindi moooolto in ritardo, non tu... :-)
Amo questa grafica nuova, essenziale, pulita, poetica... credo ti rispecchi, le parole hanno spazio e gusto, qui... come questa torta, "tenerina", che porta nel nome la voglia di dolcezza... che forse alla fine di un anno si fa sentire di più... la luna ti sorride, è la stessa che guardo anche io...

Aria ha detto...

sempre ti leggo. sempre mi incanto. e questa torta è da provare!