martedì 15 novembre 2011

Piccola filosofia del punto

Da qualche parte, tempo fa, lessi una cosa affascinante. Chi ama i punti è alla ricerca dei propri sogni e desideri profondi. Ora, per una che ha studiato per un bel po' la matematica, questa osservazione potrebbe anche sembrare bizzarra. Ma a pensarci bene, il punto è un piccolo segno, che può rimanere da solo, ed avere ugualmente un senso, o diventare una retta infinita, un'entità che cresce imparando ad accettarsi per quello che è. La libertà di vivere lo spazio, l'indipendenza, la riflessività, l'introspezione da un lato e l'equilibrio e la stabilità dall'altro. Come per gli esseri umani. Ad un certo punto questa teoria non mi è sembrata più così stralunata. E mi ritrovo a pensare che potrebbe non essere un caso, il fatto che che io ho sempre amato molto i punti e meno le rette infinite. Piccole e inutili elucubrazioni pseudo filosofiche che ogni tanto rispolvero insieme al mio spirito di matematica mancata (eh sì, poi purtroppo abbandonai per seguire studi più umanistici). Però il pensiero mi è sembrato simpatico. Dedicato a chi pensa che la matematica sia solo insieme di cifre sterili fini a sè stesse. E dedicato anche a me, che spesso mi chiedo come sarei ora se avessi guardato in fondo a quel mondo misterioso troppo spesso incompreso.

Bocconcini di salmone marinati al lime con panuria di mandorle




Cosa serve per due:
due bei tranci di salmone fresco
due lime
4 cucchiai di mandorle tritate finemente
3 cucchiai di pangrattato
un mazzetto di basilico
un cucchiaio di capperi
un chiaro d'uovo

Tagliare a cubetti abbastanza grossi il salmone e farlo marinare per due ore nel succo dei lime strizzato. Asciugare tamponando e preparare la panuria con le mandorle, il pangrattato, il basilico e i capperi frullati. Passare i cubetti nell'albume e poi trito pressando bene perchè aderisca. Passare in forno a 170 gradi i cubetti per un quarto d'ora circa, girandoli solo una volta e poi qualche minuto al grill per la doratura della panuria.Salare e servire magari usando degli spiedi come ho fatto io. E' un piatto che dà soddisfazione perchè gustoto e veloce, salutare e anche economico!


17 commenti:

roberta ha detto...

che meraviglia...ogni piatto che presenti è un'esperienza che tocca i sensi.

due bionde in cucina ha detto...

questo piatto lo provo sicuramente e me lo segno.........per quanto riguarda la matematica e i punti il tuo discorso non fa una piega
baci sabina

Elvira Coot ha detto...

Mhm Margot che meraviglia!!
Poi i colori, così bello quell'arancio con il verde del lime. Davvero bello e sicuramente buono! E sempre un piacere visitarti :)

LA PASTICCIONA ha detto...

ci hai presentato un piatto coloratissimo, allegro e gustosissimo , complimenti davvero !
Ciao !!

la Susina ha detto...

wow!! bellissimo qui!!! un bacione!! ^__^

I SOGNI DI CLAUDETTE ha detto...

Ciao sono Claudia e passo qui nel tuo blog per la prima volta...complimenti
anche per questa ricetta deliziosa!!
A presto...

L'angolo cottura di Babi ha detto...

Le foto e il piatto sono bellissimi. Lo provo di sicuro perché adoro il salmone. Complimenti, Babi

Ombretta ha detto...

Leggerti e' un piacere... Ora mi ritrovo a pensare che anche io non ho mai amato le linee rette... I punti si perché penso che se ce ne sono tanti puoi seguire quelli che vuoi. Lo so discorso strampalato ! Il tuo salmone e' una delizia anche per gli occhi oltre che per il palato:-) baci

Marta ha detto...

Wow! proprio carina questa ricetta! Da acquolina in bocca!

Elisa ha detto...

Una ricetta davvero gustosissima e dai colori spettacolari, coinvolge tutti i sensi! :)

Francesca ha detto...

Che bella riflessione che ci hai regalato (oltre alla ricetta, chiaramente...)!!! Un abbraccio

nana ha detto...

bravissima!
il tuo blog è sciccosissimo e ben fatto,le foto sono molto belle!complimenti!apena ho tempo vengo a leggermi le ricette con calma ok?

Clo ha detto...

Ciao Margot! E' interessante leggere la tua elaborazione filosofica sul punto. A me piace pensare che un piccolo punto, possa diventare una retta. Libera di vivere lo spazio e di scegliere una direzione infinita.
Il punto certo è la tua ricetta fantastica! La proverò presto. Un bacio

Giovanna ha detto...

CHE BELLA QUESTA RICETTA TI SEGUIRO

Aurore ha detto...

mi arrabbio quando scopro di aver perso blog come il tuo, rimedio subito.

Margot ha detto...

@ tutte: un grazie cumulativo a chi mi fa visita spesso e a chi è passato di qui per la prima volta. E' bello sapere che i miei pensieri vi sfiorano.

Tiziana ha detto...

Complimenti!!! Il tuo blog è molto bello!!! Piacere di conoscerti! Ciao