martedì 28 febbraio 2012

Un sorriso di luna e tutto cambia in un istante

L'altra sera la luna nuova ha mostrato il suo sorriso sghembo, uno spicchio rosso e quasi orizzontale, come se anche lei volesse partecipare all'ultimo carnevale col suo travestimento. Ed io ho sentito una nuova energia nell'aria. Durante il weekend ho cominciato a farmi spazio tra le foglie, con le mani fuori, in giardino, dove tutto è ancora nel Grande Grembo a rigenerarsi. Ma anche dentro di me. Perché io sono così. D'inverno raccolgo energie, nutro cuore e anima di parole, sguardi, silenzi e misteri. Incanti in cui per caso inciampo e sprofondo. Ma in primavera riprendo la danza di quell'antica musica e mi ricreo, al ritmo di una pioggerella azzurra che può diventare acquazzone.

Interrerò semi di progetti nuovi e li darò alla luce, a piccoli passi lievi e indecisi che si faranno nel tempo più forti. Seguirò le tracce delle mie emozioni, non importa dove. E senza giudicare la vita dalle perdite e dai guadagni, farò cerchi nell’acqua, ma in punta di piedi per non svegliare le Ninfe. 

Spada ubriaco su confit di  finocchi e arancia. 



Cosa serve per due:
Un trancio bello grande (sui 300 gr) di pesce spada fresco
due arance
un finocchio grande o due piccoli
olio evo
Sale affumicato
un bicchierino di grappa (morbida)
Il succo di mezzo arancio
pepe bianco

Tagliare i finocchi a spicchi sottili e far saltare cinque minuti in una padella con olio evo e mezzo cippollotto tagliato a julienne. Quando sarà morbido infornare in una pirofila in cui il finocchio dovrà stare ben steso, aggiungendo poco sale e un pizzico di zucchero di canna. Unire al finocchio anche alcune fette di arancia, con la buccia, cosparse anch'esse di (poco) zucchero di canna e poco sale. Lasciare andare in forno fino a che non cominciano ad appassire e ad essiccarsi leggermente. Nel frattempo ripulire il trancio di pesce spada dalla pelle e dalla lisca centrale. Tagliare a dadi non troppo piccoli e tamponare bene per asciugarli. In una padella scaldare l'olio evo con il cippollotto tagliato a julienne. Aggiungere il pesce e farlo saltare, tenendo la fiamma bassa perché non si attacchi. Sfumare con il succo di mezzo arancio e lasciare assorbire i sughi di cottura al pesce. Dopo circa 10 minuti, quasi a termine cottura, aggiungere un dito di buona grappa,  una spolverata di pepe e far rosolare.  Aggiustare col sale affumicato. Servire caldo sul letto di finocchi e arance confit.

29 commenti:

Chiara ha detto...

in punta di piedi entro nel tuo mondo per leggere la tua magia...meravigliosa poesia...
GRAZIEEEE!!!!

Antonietta ha detto...

Mi hai commossa,bello ,tutto il post,premessa,ricetta e foto!

Aria ha detto...

quanto mi piace quello che hai scritto...senza giudicare la vita dai guadagni e dalle perdite...vorrei imparare...almeno devo provarci, sei speciale

Chiara ha detto...

quasi dimenticavo...adoro la luna!! quante volte mi ritrovo a sorridere alla finestra immaginando che stregatto sia su nel cielo :)

Cristina Lionetti ha detto...

Post bellissimo, il pesce spada, poi, è sublime :)

Lauradv ha detto...

Questa è proprio una ricetta che profuma di un nuovo risveglio della primavera :)

Francesca ha detto...

Buonissimo questo piatto!!! Con l'agro dell'arancia e la delicatezza dei finocchi!! Un piatto invernale davvero delizioso...
franci

la sissa ha detto...

Ciao dolce creatura, è sempre un incanto leggerti e scoprire i tuoi pensieri e ricette.
Un abbraccio :)
Sissa

Ombretta ha detto...

sei sempre molto dolce e magica! e questo spada e' profumato e delicato ... tutto da gustare... un abbraccio

Marta ha detto...

davvero una dolcissima descrizione dell'attesa di questa primavera che sta iniziando a strizzarci l'occhiolino!
Ricetta davvero invitante!
A presto
Marta

Francy ha detto...

Che poesia i tuoi post.. e che bellissima ricetta! volendo cucinarlo con dei bimbi, con cosa potrei sostituire la grappa? baci!

Veronica ha detto...

Molto buona interessante la ricetta!!!!

niky_la_bi ha detto...

è sempre una magia leggere quello che scrivi :)

ciao
Ni

Lenia ha detto...

Ancora un post bellissimo!Pieno di emozioni e delizie!Un bacione,carina!

due bionde in cucina ha detto...

ciao Margot, mi stava sfuggendo il tuo post, sarebbe stato proprio un peccato.
Per me ogni primavera è la rinascita di me stessa.
Ottima anche la ricetta, delicata e leggera.
un bacio gigante
sabina

Mila ha detto...

Bella e interessante ricetta, brava! E vorrei essere come te a non giudicare la vita...io la giudico, eccome, e mi ci arrabbio parecchio, purtroppo...

celeste ha detto...

Ciao, piacere di conoscerti e grazie per la visita nella mia cucina. Complimenti per le ricette e per le foto, ne faccio tesoro e imparo, imparo...
a presto

I SOGNI DI CLAUDETTE ha detto...

ottima ricetta e bellissime parole.
ciao da claudette

Emily ha detto...

Magico post e stupenda ricetta con la preferenza personale per i finocchi e arancie confit! Sei speciale ... ciao a presto e buon fine settimana!

Chiara SofficiSogni ha detto...

Ciao,com'è carino il tuo blog!
Mi sono unita ai tuoi lettori...passa da me se ti va!
Buon weekend :)

LA PASTICCIONA ha detto...

ricetta stuzzicante e appetitosa , io adoro la luna ,mi incanto a guardarla , baci

v@le ha detto...

alcune sere la luna è davvero stupenda, io rimango incantata nel guardarla!!!
Questo spada è davvero un piatto raffinato,
mi ispira tantissimoooooooooooooooooooo brava!!!a presto

Le Temps des Cerises ha detto...

Post bellissimo e ricetta deliziosa. E' sempre un piacere passare da te :-)
Camy

Pagnottina ha detto...

Che dolce Margot! Anch'io sto seminando in giardino, semi, bulbi, rinvaso piante e riordino un giardino ancora spoglio, ed é così piacevole sentire l'odore della terra ancora fredda ma che ha voglia di calore.E cerco di seminare pensieri sereni per questa primavera che arriva..... Ottimo piatto! Baci e a presto :)

Giovanna ha detto...

un piatto delicatissimo

Nel cuore dei sapori ha detto...

Anche io spesso guardo la luna e mi lascio cullare dai pensieri...complimenti per questo profumatissimo secondo piatto!

Virginia Dolci Magie ha detto...

Che ricette deliziose nel tuo blog! Il riso viola è fantastico, visto che amo il viola ed il cavolo viola, lo preparerò molto presto...quell'ortaggio dà alle pietanze un colore quasi surreale, difficile restarne indifferenti ^_^
I miei complimenti valgono per tutte le tue ricette:)

Margot ha detto...

Ciao a tutte voi e grazie dei tanti bei commenti. Mi scuso se spesso non rispondo subito a chi mi fa domande, è un periodo un po' frenetico! Rimedio quindi rispondendo @ Francy di Burro e Zucchero: secondo me il pesce lo puoi sfumare benissimo anche con un brodo leggero di verdure, così è perfetto anche per i bimbi.
Vi abbraccio!

Chiara SofficiSogni ha detto...

Ciaoooo!
Ti aspetta un premio da me ^^