domenica 10 giugno 2012

Il peso dello scrivere

Ho cercato di capire perchè fosse per me molto difficile riprendere la normale tenuta di questo blog. Lo sapete, io sono una che si fa molte, troppe domande. Voglio dire,  nella quotidianità  ho quasi ripreso le abitudini pre-terremoto, mangiare, cucinare, leggere, lavorare, dormire (poco), fare l'amore, passeggiare, urlare e ridere. Alla spasmodica ricerca, come tutti qui, di una normalità per lo meno apparente. Ma riprendere il blog, quello mi è ancora difficile. Finalmente, dopo giorni di silenzi trascinati e di pensieri pesanti come valigie piene di sassi, ho capito perché. E' per via della scrittura. La scrittura è la mia pratica esistenziale,  mi serve per stare bene, vivo le sensazioni attraverso una penna, un quaderno, un appunto buttato su qualsiasi pezzo di carta disponibile. Scrivo da praticamente tutta la vita. Per me  è come percepire la vita in modo nuovo, rigenerarla, conoscerla. 
Quando è arrivato il sisma, è come se tutto si fossero congelato. Quando ho visto e sentito, non riconoscendo più quello che avevo intorno, non sapendolo interpretare, non ho potuto pensare che al SILENZIO. 

Ora, col trascorrere dei giorni, alcuni più tranquilli e altri immersi nella polvere grigia delle demolizioni, o dispersi fra le domande che cominciano ad addensarsi e che chissà se avranno mai una risposta, sto lentamente riprendendo a scrivere. Raccolgo nelle mani e negli occhi piccole storie, i frammenti di conversazioni incontrate, le impressioni ascoltate per caso o che cerco inconsapevolmente. Le sgrano come un rosario, perché le parole di qualcuno anche se sconosciuto, possono essere il conforto del mio giorno. E' così che funziona nella solidarietà della sciagura. Si diventa tutti un po' parenti.

E non è vero che le parole sono vacue. Lo sono se non le si investe di senso. Il fidanzato di un'amica che in quei giorni era in Cina, partito prima e tornato dopo i momenti peggiori, ha detto che ci ha ritrovato tutti diversi. E' vero. La sua estraneità gli ha fatto sentire quanto questa esperienza ci avesse segnato tutti. Anche le persone che sono uscite indenni fisicamente sono diverse. Ognuno alla ricerca di baluardi propri, con sguardi più attenti sullo scorrere delle cose normali a cui ci attacchiamo, come a una corda antibora. Ognuno cerca di rintracciare, come può, quel pezzo più o meno grande di sè che ha smarrito nell'accadere delle cose.

Per me, riprendere a scrivere è come riprendermi il senso dei miei giorni. E' la corda antibora che non mi fa volare via. E' il ponte che collega il prima e il dopo di tutto. Ma è anche ritrovare la leggerezza del mio battito d'ali contro quello pesante del cuore. E' narrare il tempo per tornare ad abitarlo.

 Per voi. Per (ri)trovare il vostro battito d'ali, in caso di bisogno.

10 commenti:

Federica ha detto...

Ci sono situazioni, esperienze che ci segnano...profondamente, anche se può non sembrarci così di primo acchito. E un'incubo come il terremoto vissuto in prima persona non lascia solo rovine materiali. Difficile tornare alla normalità ma quella normalità non sarà mai più come la stessa perchè dietro ci saranno consapevolezze diverse e un diverso modo di apprezzare ciò che abbiamo.

Dana et Dana ha detto...

Cara Margot,
il tuo scritto trasmette una profonda tristezza e anche smarrimento...Mi rendo conto dello sgomento che avete (hai) vissuto in quei momenti terribili, ma non bisogna mai arrendersi e tu hai questo dono bellissmo dello scrivere, che ti aiuterà a superare tutto quello che hai vissuto...
Dana et Dana

Lenia ha detto...

Spero che tornerai alla normalita il piu presto possibile...E sempre bello leggere le tue parole,carissima!
Un bacio da Grecia!

Barbara ha detto...

La normalità si può anche plasmare, non è detto che debba per forza coincidere con ciò che è stato fino ad ora. Tu e tutti potete trovare una nuova normalità, non sarà più quella di prima perchè ogni istante della vita e soprattutto i momenti che lasciano solchi, modificano la nostra normalità.
Ti abbraccio, è bello ciò che hai scritto.

celeste ha detto...

Le tue parole fanno male, arrivano come uno schiaffo in pieno viso, violente e forti ...sì, però si portano dietro un pianto liberatorio, di quelli che ti fanno singhiozzare fino a fare un lago, quei pianti col moccio, e che ti lasciano gli occhi gonfi. Quei pianti che ti riaprono la mente, che ti fanno respirare di nuovo a pieni polmoni, che ti fanno buttare fuori un dolore, completamente.
Qui lo so, non basta un pianto, però come hai detto tu il riprendersi certe piccole proprie abitudini, come lo scrivere per te, è un modo per prepararsi a ricominciare, a ricostruire, dentro e fuori.

Sempre dritte al cuore, sempre.

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

Come sempre riesci ad esprimere i tuoi sentimenti , le sensazioni , ciò che stai passando in un modo unico e che colpisce il cuore ma anche la mente. Credo che ormai il concetto di normalità sia diverso per ognuno di noi , ma certi avvenimenti ci segnano e se non in superficie nel profondo e rimarginare e' difficile... Ti auguro di cuore di trovare la tua normalità ... Un abbraccio

maria ha detto...

Ciao cara, in questo momento così difficile si dicono tante cose. Spero che tutto si sistemi e che tutto torni alla normalità, ti abbraccio davvero forte forte.

littleelo ha detto...

Ciao Margot, ho letto i tuoi post delle ultime settimane. Ti sono vicina, coraggio, continuare il tuo lavoro su questo blog è la miglior terapia alla paura!

Anonimo ha detto...

rlomn [url=http://www.drdrebeatscheapsales.com]beats by dre outlet[/url] kqwtgb http://www.drdrebeatscheapsales.com xgwv [url=http://www.drebeatsstudioheadphones.com]cheap beats by dre[/url] sidigi http://www.drebeatsstudioheadphones.com zwsh [url=http://www.beatsdreheadphonesonsale.com]beats headphone[/url] hdsyom http://www.beatsdreheadphonesonsale.com qfvef [url=http://www.dreheadphonesonsales.com]beats by dre outlet[/url] kiamhz http://www.dreheadphonesonsales.com czhsx [url=http://www.drdrebeatssales.com]monster beats[/url] ughxh http://www.drdrebeatssales.com yyocq [url=http://www.beatsheadphonesbydrdre.com]beats headphone[/url] xgoom [url=http://www.focsa.org.au/myreview/beatsbydre.phtml]cheap beats[/url] hoiup http://www.focsa.org.au/myreview/beatsbydre.phtml nze

Anonimo ha detto...

pszaw [url=http://www.drdreheadphonesaustralia.com]beats by dre sale[/url] jetzpc http://www.drdreheadphonesaustralia.com tqskh [url=http://www.cheapbeatsaustraliaonline.com]beats by dre[/url] sslgds http://www.cheapbeatsaustraliaonline.com caujx [url=http://www.beatsbydreforsaleaustralia.com]beats by dre[/url] tyjsa http://www.beatsbydreforsaleaustralia.com dxxma [url=http://www.cheapbeatsbydreheadphonesaustralia.com]cheap beats by dre[/url] towfz http://www.cheapbeatsbydreheadphonesaustralia.com jgrwn [url=http://www.cheapbeatsdreaustralia.com]cheap beats[/url] cbnfd http://www.cheapbeatsdreaustralia.com wdkyv [url=http://www.cheapbeatsheadphonesaustralia.com]cheap beats by dre[/url] egbfz http://www.cheapbeatsheadphonesaustralia.com kdsbk