lunedì 9 luglio 2012

Immersioni

Pomeriggi di ozio, quelli di questo week end. Trascorsi in penombra sorseggiando qualcosa di fresco, il ronzio del vecchio ventilatore fa da contrappunto alle cicale che festeggiano fuori, sotto il sole fra gli alberi e il mais. Il respiro regolare e pesante di Princess P. che dorme ai piedi del letto. Sento tutto in lontananza, sono in immersione. 

Come ogni estate cerco l'avventura e quasi sempre la trovo nei libri. Adoro viaggiare anche così. E' quello che mi succede con i romanzi di Brunonia Barry. L'estate scorsa La lettrice bugiarda, quest'anno La ragazza che rubava le stelle. Intrecci magici, i suoi, che portano sempre lontano. 

Storie che si insinuano piano sotto la pelle. E crescono, fino a risucchiarti dentro, nella trama, fino a farti immaginare di esserci. A farti respirare oceano e sale, a farti leggere le costellazioni, navigare rotte fra le acque scure, sospirare amplessi in cottage sperduti, indovinare segreti nell'orditura di un pizzo. 

Ci si entra piano, in queste storie. E poi non si vorrebbe più uscirne.



Per rimanere con il sapore del mare in bocca, ancora una fresca insalata, che ho battezzato 

Insalata di Venere




Cosa serve per due:
Riso venere 80 gr.
Orzo 80 gr.
2 carote
2 zucchine
Gamberi freschi 120 grammi
Olio di oliva evo
Il succo di mezzo limone 
La buccia di un limone
un cucchiaino di bacche rosa
Sale marino di Cervia
Lessare sia il riso venere che l'orzo, separatamente, in acqua salata, rispettando i tempi per una cottura al dente ma completa. Scolare e unire i cereali in una stessa ciotola, aggiungere un filo d'olio mescolare bene i chicchi e lasciar raffreddare a temperatura ambiente. In una padella far saltare, sempre con poco olio, le zucchine e le carote a tocchetti, fino a che non risultaranno ben rosolate ma piuttosto sode. Aggiustare di sale e aggiungere all'insalata. I Gamberi, una volta sgusciati, si possono preparare al vapore, per un risultato estremamente leggero, e poi conditi con olio crudo e il succo del limone, oppure anch'essi passati in padella con l'olio, sfumando al limite con pochissimo vino bianco. Una volta pronti vanno aggiunti all'insalata. Ancora un po'di sale e olio, poi la buccia del limone grattuggiata e le bacche rosa ben pestate nel mortaio. Servire fredda.

11 commenti:

Federica ha detto...

Speravo fosse un week end di relax quello appena trascorso, è stato tutt’altro…Vabbè!!!
Che bello questo mix bianco-nero, una gioia anche per gli occhi e non solo per il palato. Baci, buona settimana

la sissa ha detto...

Colgo ed archivio i tuoi suggerimenti sia per la lettura che per la cucina. Non conosco affatto quest'autrice, ma se descrivi i suoi libri con tanto entusiamo non posso che fermarmi in libreria per vedere se mi catturano. Si è sempre alla ricerca di buone letture..
Un abbraccio cara,
Sissa

Roberta ha detto...

Ma che bella questa insalata fresca fresca. Per quanto riguarda il libro mi hai dato un ottimo spunto per questa estate

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

Io mi segno i libri perche' anche per me leggere vuol dire immergersi in un'altro mondo e staccare da tutto! non conosco questi libri ma mi fido di te:-) come mi fido della tua insalata Venere un piatto che oramangerei volentieri! un abbracio cara e spero che le cose anche se lentamente riprendano il loro corso..

sabina ha detto...

hai ragione mia cara, non c'è niente di più bello che lasciarsi cullare dalla fantasia, immergersi profondamente nella lettura di un libro che ti prende.
hai presentato questi libri molto bene e credo proprio facciano al caso mio, grazie per questo consiglio.
la tua insalata poi è favolosa e coloratissima, perfetta per l'estate.
un bacione

celeste ha detto...

"Ci si entra piano, in queste storie. E poi non si vorrebbe più uscirne"

E' quello che chiedo ad un libro, quello che mi succede ogni vota che scopro una storia pagina dopo pagina, appassionandomi alla vicenda, iniziando a sentire, a vivere, a respirare l'aria dei protagonisti, a capirli, comprenderne la psicologia, gioire dei loro sentimenti e patendo i loro dolori... credo sia una delle cose più belle che l'uomo possa fare, leggere intendo, ti apre la mente, ti aiuta ad esprimerti, ti fa sognare. Io divoro, divoro libri in continuazione, mi rilassa tanto...
Oggi all'iper dopo aver letto il tuo post ho cercato quei libri ma non c'erano, farò un salto un libreria.

Ottima la tua insalata, semplice e delicata come piace a me, perfetta con questo caldo.
Ciao cara Margot e grazie per la dritta ;)

La pasticciona ha detto...

complimenti davvero squisita, ciao

Le Temps des Cerises ha detto...

Grazie mille per i suggerimenti letterari e per la ricettina, come sempre azzeccatissima :-)

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

Ciao cara, sono qui perché volevo dirti che mi sono presa la lettrice bugiarda e l ho anche già iniziato e' davvero intrigante con queste donne che leggono il pizzo!!! Grazie:) avevo bisogno di un libro "sfizioso" buon fine settimana

Chiara ha detto...

come non si vorrebbe più uscire dal tuo blog, dai tuoi racconti, dalle tue atmosfere!!! leggerti è meraviglioso!!! grazieee
bellissimi i tuoi consigli di lettura...è da un pò che ho in mente di leggerli ora ho un motivo in più per iniziare la lettura
buona giornata!

maria ha detto...

Ma che belli i libri, mi ispirano molto come la bella ricettina, proprio gustosa!!