lunedì 2 luglio 2012

Amica mia

che strano rivederti dopo tutti questi anni. Sono dieci? Forse di più. Che strano sentirti parlare con una voce che ricordavo diversa. E ascoltarti raccontare di come sei donna oggi, tu che nella mia mente sei sempre la ragazza dolce e lentigginosa con cui condividevo tutta la mia esistenza. Che strano pensare di avere avuto un'amicizia così, forte e densa al punto che nessun'altra, dopo, ha potuto uguagliarla. Ma forse l'ho voluto io. Io che ho preso una strada quasi diametralmente opposta. Eravamo destinate a vite diverse e lontane.  

Ora siamo qui, una di fronte all'altra, in una sera di falene che ci girano intorno, di goal europei e di birre ghiacciate in un paese che è stato il nostro e ora non lo è più. Che strano ritrovarmi a scrutare i solchi sul tuo viso più magro, forse sofferente per le tue perdite e le tue fatiche.  E che tenerezza scoprire che, mentre ti chiedo di mostrarmi le foto delle tue figlie, scopro che nel portafogli tieni ancora la mia. 

E poi ti parlo del mio essere grande, dei traguardi e delle sconfitte. E quando vedo che tu provi gioia per le mie cose buone, ho i brividi sulla pelle. Perchè dentro torno ad essere ragazzina  sulla scala di casa tua, dove appollaiate sotto le stelle ci raccontavamo il mondo che sarebbe stato e ci facevamo promesse di eterna amicizia. 

Che bello abbracciarti mentre ci diciamo che non lasceremo che il tempo ci inganni ancora e che ci ritroveremo presto, ma senza dirci una data. Perchè il tempo, stavolta, lo vogliamo ingannare noi.


Involtini di riso estivi e gamberi piccanti
Ricetta sfiziosa e leggera, ottima per questo periodo estremamente caldo. Gli involtini possono essere gustati anche freddi, gli ingredienti sono ormai facilmente reperibili anche negli ipermercati con un reparto di prodotti orientali. Se non trovate i gamberi, vanno benissimo le mazzancolle, come queste che ho usato io, meglio se  fresche.



Cosa serve per due:
4 fogli di pasta di riso per involtini primavera
100 gr di spaghetti di riso
1 carota
1 zucchina
2 pomodori da sugo
fagiolini verdi lessati, una manciata
salsa di soia
una dozzina di gamberi o mazzancolle fresche
un pezzetto di peperoncino piccante
Olio di oliva evo

Affettare a julienne carota e zucchina. In acqua bollente salata sbollentare gli spaghetti di riso per un paio di minuti e scolarli, condendoli con qualche cucchiaio di salsa di soia. Nella stessa acqua bollente, facendo attenzione, immergere i dischi di pasta di riso, che appena morbidi vanno ben distesi su un tagliere, pronti per essere farciti con le verdurine a julienne, i fagiolini e gli spaghetti. Richiudere i dischi a cilindro, facendo attenzione alle due estremità, che dovranno essere ben sigillate. Lasciare riposare a temperatura ambiente. 
Nel frattempo sgusciare i gamberi e pulirli dai filamenti. Una volta lavati e asciugati, farli saltare velocemente in un wok con un po' di olio d'oliva, il peperoncino sminuzzato (va bene anche quello secco frantumato) e i due pomodori a pezzettoni, non prolungare troppo la cottura per evitare che i gamberi risultino stopposi. Aggiustare di sale e servirli con i rolls, che andranno tagliati al centro, volendo in modo obliquo, e impiattati "in piedi", accanto ai gamberi col loro sughetto.

12 commenti:

Federica ha detto...

Che splendido sentimento l'amicizia. Più dell'amore in grado di superare il tempo e le distanze. Fa vibrare il cuore questo post e i tuoi involtini stuzzicano le papille :) Bacioni, buona settimana

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

ma perche' mi fai commuovere'! sara' la mia giornata no... saranno le tue parole cosi' sincere e di cuore ad un'amica. Per me l'amicizia, quella vera e' sacra, quello che hai scritto e' la descrizione perfetta di cio' che si dovrebbe provare, non importa quanto ci si veda, non importa la lontananza, importa che quando si sta assieme e' come non fosse passato neanche un giorno, e' capirsi e accettare anche i cambiamenti che avvengono....
Anche la tua ricetta ha colpito!!! fresca e gustosa e io che compro tutto quello che trovo di particolare ho a casa prorio i fogli di riso:-) un bacione cara

Francy ha detto...

L'amicizia che dura nel tempo, che si perde poi si ritrova, che resiste nonostante la lontananza.. uno delle cose più preziose che auguro a tutti di provare!
La tua ricetta mi piace moltissimo, hai ragione perfetta in queste serate calde!
bacioni!

Roxy ha detto...

Se un'amicizia è stata vera e profonda come la vostra, il tempo e la lontananza non riusciranno MAI a cancellarla!!!
Gli involtini mi piacciono davvero un sacco!!!

celeste ha detto...

Con le amiche, quelle vere, quelle che sono dentro di noi con tante radici profonde, non c'è bisogno di nient'altro che la vicinanza del cuore, basta uno sguardo e tutto si riaccende, si continua a capirsi anche senza tante parole. Le tue parole per lei e voi sono molto belle perchè sentite davvero... io e la mia migliore amica condividiamo una sorellanza da 20 anni ormai, abbiamo condiviso tutto e nel bene e nel male non saprei come fare senza di lei.
Un abbraccio enorme

I SOGNI DI CLAUDETTE ha detto...

Che parole meravigliose.....bello ritrovarsi e ricordare.....
adoro i gamberi....e in questa ricetta sono ottimi!
a presto da claudette

Barbara ha detto...

un momento da tenere nel cuore, molto ben raccontato grazie :)

gli involtini mi piacciono veramente molto, ben presentati...io evito i crostacei ;)

Chiara ha detto...

parole splendide da te che sei meravigliosa!!!!!!!!!!!
la ricetta è molto interessante!! bella e stuzzicante!! segno... già mi immagino portarla a tavola una sera d'estate
grazieeeee!!!

Le Temps des Cerises ha detto...

Cara Margot, è bellissimo quello che hai scritto, l'amicizia è un dono davvero grande che la lontananza e gli anni non possono scalfire.
Un abbraccio
Camy

maria ha detto...

Ma che bel post, un inno all'amicizia. Bellissime le foto e la ricetta è un qualcosa di meraviglioso!!!

Patrizia ha detto...

Questi son giorni di ricordi e dolci nostalgie... e tu racconti le tue con parole lievi e bellissime!
Le tue foto e la ricetta sono davvero splendide!

Aria ha detto...

che bello il tuo post. così distante da quel che sto vivendo io ora. che bello il tuo blog. un abbraccio margot!