venerdì 24 maggio 2013

AMORE: leggere attentamente il foglio illustrativo

COMPOSIZIONE:  Una fiala contiene: Principi attivi: cura, desiderio, passione, complicità, empatia, erotismo. Eccipienti: rispetto, stima, fiducia, condivisione, protezione.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE: trattamento delle vie affettive e dei fenomeni emozionali ed esistenziali degli essere viventi. Il prodotto deve essere somministrato a partire dalla più tenera età in tutti i soggetti di sesso maschile, femminile del genere umano, animale e vegetale, fatta salva la necessità di differenziare nettamente le composizioni per l'adulto da quelle pediatriche.

CONTROINDICAZIONI: Riconosciuta intolleranza verso i principi attivi scaduti che può dar luogo a reazioni inconsulte, estemporanei episodi di livore che sfociano in forti incavolature ed alterazioni, anche gravi, dello stato umorale.

INTERAZIONI: può essere somministrato insieme altri preparati, ed anzi in caso sia necessaria una terapia globale, si consiglia di assumere contemporaneamente  ad: amicizia, autostima ed ascolto di sè, coltivazione di sogni e pratica di passioni,  in quanto raramente può sussistere incompatibilità. La somministrazione può tuttavia reagire chimicamente se avviene in concomitanza di alcuni specifici fattori quali stress, sbalzi ormonali, gelosia, possessività.

PRECAUZIONI: speciali precauzioni devono essere prese per la  conservazione del composto: necessita di protezione, accortezza, considerazione, dedizione.

AVVERTENZE: aprendo la fiala, alle prime applicazioni il preparato presenta un odore di individuazione non sempre certa, ma che in un secondo momento diverrà facilmente riconoscibile come unico ed inimitabile. Solo in taluni casi, si può assistere ad un odore di fumo che  inizialmente non pare disturbare la somministrazione del preparato, ma col tempo può generare inefficacia, inconcludenza, svogliatezza, inattività. Può eccezionalmente assumere una colorazione variabile a seconda dell'umore dei soggetti, senza che per questo l'attività e la tollerabilità del preparato siano compromesse.

POSOLOGIA E MODALITA' D'USO: La soluzione  si può assumere per iniezione, per nebulizzazione, per instillazione, per uso topico o per infusione. Data la elevata tollerabilità del preparato, la frequenza delle sedute  e delle dosi per  può essere modificata entro limiti abbastanza ampi, in rapporto alla forma e all'effetto terapeutico necessario.

EFFETTI (IN)DESIDERATI: L'impiego del prodotto per via sistemica, può occasionalmente essere seguito da reazioni di ipersensibilità e, frequentemente, può creare dipendenza.




Spezzatino di pollo carote e ruvié 

Niente di esotico, un semplice intingolo di teneri bocconcini di pollo, carote e piselli, come vengono chiamati nell'antico dialetto ferrarese, quasi con un termine che ricorda il francese, stranamente coniato al femminile (la ruvié) che mi è sempre stato simpatico. 
 Tagliando i bocconcini piccoli, la carne si insaporirà di più, cuocerà più velocemente e forse sarà anche più gradita a chi non è un gran patito del pollo.



Cosa serve per due
4 sovraccosce di pollo private della pelle (più tenere e saporite del petto)
2-3 carote, meglio se novelle
200 gr di piselli freschi sgranati e lavati
2-3 bacche di ginepro
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 cipollina borrettana
1 pezzetto di peperoncino fresco
3 cucchiai di farina di riso
Olio evo IGP toscano
1/2 bicchiere di vino bianco secco
Sale integrale di Cervia

Tagliare la carne in bocconcini abbastanza piccoli, tamponarli e metterli da parte.
Preparare in una padella con bordo alto un soffritto con la cipolla e l'olio, buttarvi i piselli asciugati e far insaporire. Tagliare le carote sempre a dadini, unire ai piselli perchè prendano sapore e salare leggermente. Sfumare con il vino e far evaporare. Unire le bacche di ginepro, il concentrato di pomodoro, il peperoncino e mezzo bicchiere di acqua. Far sobbollire le verdure e verso metà cottura, quando cominciano a risultare appena appena morbide, passare la carne nella farina di riso, togliere l'eccesso e unire allo spezzatino. Continuare la cottura mescolando di tanto in tanto, per evitare che lo spezzatino, addensando, non attacchi. Se occorre, aggiungere altra acqua poiché deve rimanere un certo fondo di cottura a fare da intingolo. Quando la carne è piuttosto cotta e ben insaporita e le verdure sono  morbide a sufficienza ma non disfatte, lo spezzatino è pronto. Se i piselli sono novelli il tempo di cottura è relativamente breve. Lasciare riposare almeno un'ora, come tutti gli spezzatini, anche questo sarà più gustoso dopo un po' o addirittura il giorno dopo. Da servire riscaldtao,  con un filo d'olio a crudo e crostini di pane caldo con cui fare la scarpetta.

20 commenti:

Chiara c. ha detto...

mi ci voleva un post così!!!
bellissimo!!! sei GENIALE!!!!!!!
buon fine settimana! e un grazie di cuore enorme!!!!

edvige ha detto...

Bello e buono tutto buona fine settimana

Federica ha detto...

La mia posologia deve essere molto molto alta. Sono un caso grave :)
E' bellissimo questo post e i tuoi bocconcini leggeri e gustosi. Quel letto di pois verde-arancio mette di buonumore. Un bacione, buon we

I SOGNI DI CLAUDETTE ha detto...

Chiara mi ha rubato le parole....GENIALE!!
Un abbraccio da claudette

Sandra dolce forno ha detto...

... un odore di fumo...bellissimo:D
Grazie di questa chicca.
E grazie della tua ricetta, la "ruviè" mi intriga .
Felice fine settimana :*

lalexa ha detto...

Davvero un bel post! Mette il buon umore, mi metto in terapia anch'io ;)) E bellissima anche la ricetta. Un bacione e buon fine settimana!
lalexa

niky_la_bi ha detto...

Ciao cara! Questa ricetta ha un qualcosa di molto famigliare. Mia nonna a volte ci mette pure la mortadella *___*

celeste ha detto...

Sei uno spettacolo.

Francesca P. ha detto...

Che bell'idea, che bel post, che belle parole che scorrono... :-)
Le interazioni con sogni e passioni le conosco bene... e la posologia, beh, io ne abuso, non so regolarmi!
:D

Alice - Operazione fritto misto ha detto...

Che carino il bugiardino dell'amore. Negli effetti INdesiderati aggiungerei che può provocare assuefazione curata solo con la sospensione del medicinale (una mia amica avrebbe dovuto leggerlo questo foglietto illustrativo!)
Lo spezzatino sembra squisito e tu sei simpaticissima :)

Alice

sandra sonoio ha detto...

Chiara, nelle controindicazioni manca qualcosa.... a volte puo' far dolere il cuore in maniera spaventosa se non corrisposto.....
ma poi passa.
buono l'intingolo....
baci
Sandra

stefania ha detto...

gnammete! Che bello vedere un tuo commento da me. Ti aspetto ancora.

Chiara Setti ha detto...

Che bello questo post...e che buono il tuo piatto!!! Un bacio

Marta Bianchin ha detto...

Mi unisco alle altre: Un post geniale! :-)

a presto
Ma.

speedy70 ha detto...

Bellissimo, questo lo salvo!!!!! E che gusto lo spezzatino, brava Margot!!!

Nel cuore dei sapori ha detto...

ahahah, simpatico questo post!! complimenti per il tuo gustosi bocconcini!

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

Ciao Margot come sempre sei fortissima !!! Io che amo l amore trovo questo tuo post perfetto, una spiegazione unica come solo ti sai fare:)
E un piatto buono, sano e colorato!!!
Ti abbraccio

stefania ha detto...

il commento che mi hai lasciato è davvero bello, grazie per le tue parole così sincere... Ti aspetto ancora. I(ntanto prendo appunti.

Stefania Zecca ha detto...

Margot sei forte, ma da dove ti arrivano queste idee fantastiche? E il fumo...
Mi piace anche lo spezzatino, mi ricorda quello di mammina. Un bacio

Aria ha detto...

sei speciale. che bello averti incontrata anche se solo virtualmente!!!