giovedì 20 giugno 2013

Via, fuggire...



Ho messo in fretta qualche cosa in valigia. Il latte solare, i libri da finire.  A malincuore il cellulare, per essere raggiungibile da un paio di persone. Una voglia di andarmene sempre più urgente. Cambiare orizzonte, spaziare con lo sguardo anche solo per qualche giorno. Sentire un accento diverso, assaporare una luce più tersa. 

Voglia di semplificare. Di detergere con acqua salata le ferite invernali, lavare via dai capelli le scorie dei pensieri molesti. Di ripulire l'anima dalle delusioni che nella vita ci sono sempre, inutile far finta di no. 

Voglia di sciogliere le spalle ai raggi di un sole più caldo. Di contare i colori delle farfalle sui sentieri terrosi che portano alle scogliere. Di farmi trasportare da una corrente di carezze marine fino alla riva, come un tronco di albero vecchio che avrebbe tante cose da raccontare. Storie di streghe e di maghi, di corsari e sibille. Chissà da dove arriva.

Voglia di ritrovarmi nella linea sottile che dissolve il cielo nel mare. E di sorprendermi così diversa, lì davanti, non lontano dal mio sempre,  a mille anni da me. 
A volte davvero non occorre andare molto lontano.  L'importante è muovere lo spirito.



Insalata fredda di baccalà marinato alle verdure

Un piatto per rinfrescare queste giornate roventi. Un piatto per sfatare il mito che il baccalà si mangi solo d'inverno con la polenta e solo cotto. Essendo conservato sotto sale, basta farlo ammollare e dissalarlo bene in acqua corrente ed  è già pronto per una semplice marinatura, senza cottura. Limitando al massimo l'uso dei fornelli e cominciare ad assaporare i profumi estivi.


Cosa serve:
un trancio di baccalà ben dissalato ed ammollato
Verdure di stagione a piacere
Olive taggiasche  
Olio extravergine d'oliva
Aceto aromatico di vino rosso
Pepe nero
Basilico fresco

Tamponare molto bene il trancio di baccalà e cominciare a sfilettarlo con le mani, formando piccolissimi straccetti che metteremo in una marinatura di olio, aceto e basilico. I tempi della marinatura sono variabili, ma chiaramente più si lascia è più i profumi saranno assorbiti. Consiglio di lasciarlo a marinare in frigo per non meno di due ore.
Nel frattempo si possono preparare le verdure. Nel mio caso patate al vapore, ciliegini e peperoni assolutamente crudi da tenere comunque al freddo una volta preparate. Scolare dalla marinata in eccesso il baccalà e unire alle verdure, mescolare e aggiungere le olive ed il pepe macinato fresco.
Servire freddo, come antipasto o anche come piatto unico aumentando le porzioni.
N.B. E' una preparazione che si presta a mille varianti: verdure diverse, marinatura diversa, a seconda dell'utilizzo di erbe aromatiche e spezie che si preferiscono. Io ne ho provata anche una versione con marinatura al limone e pepe rosa macinato. La menta al posto del basilico e l'aggiunta di zucchine crude. Anche questa ottima!

14 commenti:

Cristina D. ha detto...

Anche per me è importante muovere lo spirito. E per farlo mi basta anche un libro, un articolo di giornale che mi mostra orizzonti nuovi, un film con nuove prospettive. E' sempre un piacere leggerti. Mi piace l'dea del baccalà in insalata. Io in inverno faccio una versione simile alla tua ma non mi è mai venuto in mente di farlo freddo

Marta Bianchin ha detto...

Buon viaggio! Anche io non vedo l'ora di partire, le mie spelle chiedono insistentemente un po' di relax fuori dai pensieri quitidiani, belli o brutti che siano ...ma ci vorrà ancora un pochino! :-)
a presto
Bacioni

Batù ha detto...

giusto quello muovo: lo spirito.
Il corpo è un po' più complicato ultimamente, tra un acciacco e l'altro e calo lavorativo...
Tanti auguri di una felice vacanza

e il basilico ha detto...

Buon viaggio e complimenti per questa ricettina freschissima che profuma di mare e di sole. Un bacio, a presto

Daniela Bluindigo ha detto...

Ciao Margot, come vedi sono venuta e farti visita ;) e con piacere! Ti ringrazio per il bel messaggio che mi hai lasciato. tu scrivi davvero molto bene, complimenti!!

Sei in partenza quindi ti auguro buone vacanze, ci si risente al ritorno ;)
Questa insalata di baccalà ricorda molto una che fanno qui- esqeixada de bacalao!
A presto

sabina ha detto...

tesoro buon viaggio!!!
anche a me spesso basta viaggiare con la testa oppure transcorrere anche una sola giornata fuori porta.
Il baccalà non l'ho ancora mai preparato, devo provarlo alla tua maniera perchè mi stuzzica molto.
un bacione

celeste ha detto...

La frase finale racchiude una grande verità: basta far viaggiare lo spirito, la mente, l'anima. Non importa dove e quanto ma portarsi lontani da quello che inevitabilmente si fa fardello sulle spalle. Buon sole, buon cielo, buon mare, buoni passi sui sentieri al sole, buona vista di cose belle, buoni battiti del cuore al ritmo della Natura. Un abbraccio cara Margot.

Francesca P. ha detto...

Allontanarsi per un pò, pensare a noi, perdersi in silenzi e magari solitudine... è necessario, è sacrosanto, è importante... Quindi stacca la spina, pensa al mare, alle onde, alla sensazione d'estate sulla pelle... buon viaggio, fisico, mentale, colorato, sereno... le delusioni non spariscono, ma possono, per un attimo, essere lasciate in un angolo...

Stefania Zecca ha detto...

Fuggi fuggi, vedrai che già durante il viaggio ti sentirai più leggera... buona vacanza cara Margot :)

Nel cuore dei sapori ha detto...

Mi sono incantata nel leggere le tue parole, in questo momento vorrei tanto anche io le stesse cose. Trovi sempre le parole più adatte, dolci e profonde per descrivere le cose e i pensieri. Secondo me hai una dote innata per questo, l'ho detto anche altre volte !Buon viaggio e complimenti per la gustosa ricetta!

Eli zuccheropandizucchero ha detto...

Come vorrei fare come te..prendere la valigia e via...ma è ancora presto..
kmq bell'insalata...mi viene l'acquolina in bocca solo a vederla! mi unisco ai tuoi lettori, se passi da me sei la benvenuta!!!

Luisa Piva ha detto...

Lo spirito, l'anima .. Quelli si, sono già lontano, in luoghi caldi e assolati e spensierati..
Lo sai, ora più che mai avrei bisogno di muovere anche tutto il resto :-) e far la valigia
Buon viaggio cara.,
L'idea del baccalà in versione estiva è geniale..
Bacio

Sandra dolce forno ha detto...


Grazie per questa ricetta fresca, è preziosa per chi , come me, fatica a mangiare col troppo caldo.
Buon viaggio Margot ..che tu possa trovare vento che spazzi ogni triste pensiero, sole che scaldi pelle e anima , dolcezza e serenità :)e torna carica di energia e vita, ti aspetto.

Carmine Volpe ha detto...

ti auguro buone vacanze e complimenti per questo modo di preparare il baccala molto estivo