giovedì 26 gennaio 2012

Me lo merito

Avviso ai naviganti, è con immenso piacere che oggi scrivo questo post. Domani partirò per una breve, brevissima vacanza. Giusto tre giorni tra i monti per ritemprare spirito e corpo. E' quello che mi serve e, lo penso anzi lo scrivo forte, è quello che mi merito!
Perché c'è sempre un po' di timore, soprattutto tra noi donne, a dire che le cose belle ce le meritiamo. Paura di sembrare immodeste, scaramanzia, sensi di colpa, senso del dovere?  Non lo so. Quello che so è che spesso mi accorgo che quando mi prendo una pausa o mi concedo una vacanza anche solo mentale, il Grillo parlante tenta di sussurrarmi: ma te lo puoi permettere? E la famiglia? E le spese? E il resto delle cose urgenti da fare? Ultimamente però non attacca. Il Grillo si ritira bofonchiando nel suo angolino, stizzito con le braccia conserte. Dovrà farsene una ragione, perché io me lo merito. 
Ci meritiamo le cose belle, divertenti, spensierate e pure cazzone se volete. Le gratificazioni, i complimenti, i gesti gentili, i sogni ad occhi aperti, gli slanci romantici ed i giorni golosi.

E questo weekend mi merito di essere bianca e fluttuante come neve leggera, senz'altro fine che la mia pienezza. Scusate lo slancio egoistico, ma ne ho bisogno :-D

Ed ora la ricetta.

Triangoli di sfoglia bianca ai calamari e porri

Continuano i miei esperimenti con la sfoglia. Avete mai provato a farla bianca? Si usano solo albumi, ed il risultato è un impasto sul momento molto morbido, ma che non mantiene la stessa elasticità di una pasta che contenga anche i tuorli. Questo perché i tuorli hanno una componente di grasso che l'albume non ha. La sfoglia bianca è quindi molto leggera e molto delicata al gusto, adatta a condimenti particolari di cui si vuole esaltare a pieno il sapore (ad esempio è buonissima con un sugo a base di tartufo). 
Il sugo che vi propongo è molto semplice e veloce, ispirato dallo straordinario pescivendolo Silvio che oltre al pesce freschissimo, dispensa consigli utili sulla preparazione a seconda delle stagioni, della tipologia e della taglia.





Cosa serve per 3-4 porzioni

Per la sfoglia bianca
Farina doppio zero 
3 albumi di uova da sfoglia
Per il sugo
300 gr di calamaretti meglio se molto piccoli
1 porro
Olio evo
Una noce di burro
Pepe nero macinato fresco
Sale integrale di Cervia

Per la sfoglia procedere come per una normale sfoglia all'uovo, facendo la fontana con la farina e impastando solo con gli albumi. Quando la sfoglia diventa sufficientemente omogenea e liscia, lasciare riposare circa dieci minuti, coperta e infarinata, e poi stenderla fino ad ottenere una sfoglia abbastanza sottile. Noterete che si fa un po' più fatica a tirare questa sfoglia perché tende ad "attaccare", quindi occorre infarinare ma facendo attenzione a non renderla troppo dura (ricordiamo che non essendoci il grasso dell'albume se indurisce troppo non si riesce più a stendere). Quando la sfoglia è tirata procedere a fare il formato che si desidera. Io ho fatto dei triangoli, ma possono essere farfalle, cestini, o qualsiasi altra cosa vi piaccia. A questo punto suggerisco di lasciare asciugare un po' la vostra pasta, ben separata su vassoi di carta infarinata, per evitare che si attacchi durante la cottura.
Lavare e pulire i calamaretti ed asciugarli bene, se sono molto piccoli vanno lasciati interi. Sciogliere il burro e farvi appassire il porro tagliato molto sottile (anche la parte verde chiaro), dopo di ché gettarvi i calamaretti tenendo la fiamma sempre piuttosto bassa. Far cuocere appena 10-15 minuti sfumando con un po' di vino bianco se necessario, ma non è detto, e un pizzico di sale. Lessare la pasta in acqua bollente salata e terminare la sua cottura nella padella con il sugo, in modo che assorba tutti i sapori del condimento. Servire con una macinata di pepe nero e un filo d'olio.


18 commenti:

patatina ha detto...

divertiti!!! ;) te lo meriti davvero!

Marta ha detto...

Buone vacanze e buon divertimento!!!
...e che acquolina in bocca che fa venire questa ricetta...gnam!

laroby ha detto...

hai ragione!!! noi donne ci facciamo sempre mille problemi a concederci piccoli regali...sarà forse per un senso di colpa atavico che ci rovina la vita??? certo che ti meriti la tua vacanzina, eccome!!! mi piace un sacco questa ricetta , mai provato a far la pasta solo con gli albumi...foto bellisisme

Chiara ha detto...

te lo meriti!!!!
buona vacanza, bianca, leggera, fluttuante, magica come la neve!!!
la ricetta è meravigliosaaa!!!

Lenia ha detto...

Che bonta!Buona vacanza,carina!Un bacione!

Clo ha detto...

Questa ricetta è deliziosa! La foto è perfetta! Ora.. vai e divertiti! Dimentica il grillo e svuota la mente! Un bacio

Batù ha detto...

ottima ricetta e buona vacanza! fai benissimo, potessi scapperei anch'io per qualche giorno. Goditela!

Nel cuore dei sapori ha detto...

Fai bene, anzi benissimo. Anche io spero di riuscire a ritagliarmi quanto prima un pò di spazio per rilassarmi e staccare da tutto..
ps:
deliziosa ricetta,complimenti!

due bionde in cucina ha detto...

te la meriti tutta questa mini vacanza, per carità non farti rimorsi di coscenza e goditela tutta. Te lo dico con il cuore perchè ho percepito la tua stanchezza ultimamente.
Al tuo ritorno troverai il premio "the versatile blogger" che ti regalo.
Passa da me per le regole, ma che sia ben chiaro...solo se ne hai voglia....
i tuoi triangolini ripieni sono deliziosi.
un bacione
sabina

la sissa ha detto...

Buone vacanze cara, buon relax :)
Sissa

MONIA ha detto...

nn sai quanto ti capisco, anche io mi faccio le pippe e infatti nn sono mai partita xche' la mia coscienza nn me lo permette soprattutto verso i figli!!! fai bene e ti ammiro di essere cosi' padrona della tua vita!!! ottimo piatto davvero delicato e allo stesso tempo gustoso!!!! DIVERTITI anche x me!!! ^_^

nana ha detto...

buone vacanze!e divertiti anche per noi che rimaniamo al pc!

Elisa ha detto...

Buon viaggio, e complimenti per questi sfiziosissimi triangolini!

Giovanna ha detto...

e certo che te lo meritiiiiii

Ombretta ha detto...

Concordo con tutto quello che hai scritto, credo sia una cosa di noi donne( poi neanche tutte) a sentirci in colpa se ci concediamo qualcosa di piu'...anche io quest'anno ho deciso che non do retta al grillo e pretendo... spero che tu passi tre giorni come desideri!ops quasi dimenticavo la tua meravigliosa ricetta... delicata quasi poetica! un abbraccio

Inco ha detto...

La sfoglia con solo albumi non lo mai provata...
bella ricetta e buona sento già il sapore.
E un vero piacere unirmi al tuo blog.

Elvira Coot ha detto...

Come ti senti dopo questa meritata vacanza mia cara?? rigenerata e felice? Hai proprio ragione quando dici che a volte ci meritiamo determinate cose e spero che tu ti sia goduta al massimo questo tuo momento.
Per quanto riguarda la ricetta, che dire: MERAVIGLIOSA! Te la rubo sicuramente perhcé mi sembra proprio il mio genere.
Un abbraccio

VALE ha detto...

BUON DIVERTIMENTO E RELAX! UN BACIONE
;)